Nordic walking, i benefici della camminata nordica

Sperimentando la propria determinazione, i praticanti ritrovano un funzionamento di fondo da utilizzare in altri momenti e contesti della propria vita

Da alcuni anni, grazie a ricerche sempre più solide in campo neuro-scientifico, non è più in discussione l’effettiva unità di mente e corpo; eppure, a molti operatori della salute risulta ancora difficile comprendere a pieno cosa questo significhi da un punto di vista operativo. D’altra parte, proprio nel recente periodo di “lockdown” conseguente alla pandemia da nuovo Coronavirus, abbiamo assistito all’effetto emotivo provocato dalla riduzione delle possibilità di movimento. 

L’esperienza del “lockdown”

Il Medico Henri Laborit, già nel corso del Novecento, aveva dimostrato le conseguenze estremamente dannose per la salute legate all’impossibilità di agire per allontanarsi da una condizione di pericolo o di stress: l’organismo vivente, infatti, ha bisogno di muoversi per sentire di affrontare in qualche modo le situazioni che lo mettono a disagio; l’ansia e la depressione che sono seguite alla quarantena obbligata sono state senza dubbio un esempio concreto e doloroso di come il movimento e le emozioni siano profondamente connessi tra loro. Ovviamente l’ansia non è stata conseguente alla sola riduzione dei movimenti, molti altri fattori hanno contribuito a ridurre la serenità di fette importanti della popolazione, eppure, se fosse stata possibile una maggiore mobilità, le persone avrebbero avuto sicuramente qualche risorsa in più per fronteggiare ansia e stress, come riconosciuto anche da molti Psicoterapeuti che, per formazione professionale, si affiderebbero solitamente alla “terapia della parola”, cioè alle tecniche di colloquio.

Il piacere dell’attività fisica

Per alcuni Pazienti, o per certe problematiche, infatti, si rivela molto utile accompagnare la terapia con un’attività fisica o con la partecipazione a corsi di yoga o meditazione, anche se spesso tali indicazioni nascono più da un’intuizione clinica che da conoscenze precise dei processi psico-corporei. Qualsiasi attività umana, invece, andrebbe considerata per i bisogni fondamentali che soddisfa in ogni singola persona: non a caso, in alcuni momenti della vita ci sentiamo più attratti da una certa attività, mentre in altri ci orientiamo verso diversi tipi di hobby o di sport. In questo senso, anche la Camminata nordica, o Nordic Walking, può essere praticata per il solo piacere di camminare in mezzo alla natura o perché, piuttosto, ne comprendiamo i benefici più profondi per la nostra salute.

Dallo sci di fondo al Nordic Walking

Le origini di questa pratica risalgono ad un periodo tra gli anni Trenta e Sessanta del secolo scorso, quando in Finlandia si racconta che gli atleti dello sci di fondo avessero iniziato ad utilizzare i bastoncini tipici di questo sport anche durante le camminate oppure negli scatti in salita in occasione degli allenamenti estivi. Il Nordic Walking, quindi, si caratterizza come forma di attività fisica proprio perché, alla normale camminata, si è aggiunto l’utilizzo di un paio di appositi bastoncini: la continuità con la tecnica classica dello sci di fondo la si ritrova nel “passo alternato”, accanto all’utilizzo dei bastoncini in posizione inclinata durante la fase di spinta e il loro uso ritmico e dinamico.
La corretta tecnica di utilizzo dei bastoncini dà la possibilità di intensificare la camminata con un aumento del lavoro muscolare della parte alta e di quella centrale del corpo: in tal modo, chi lo desidera, può intensificare il proprio consumo calorico. Il Nordic walking si svolge prevalentemente all’aperto ed è praticabile in tutte le stagioni, applicando la tecnica di Camminata alle diverse condizioni e pendenze del terreno.

Uno sport adatto a tutti

Questa particolare tecnica di Camminata è adatta a tutti coloro che intendono perdere peso, tonificare e rinforzare la muscolatura del corpo senza impegnarsi in uno sport competitivo: si tratta di un’attività fisica completa per tutte le età, indipendentemente dalla condizione fisica; è sufficiente riuscire a stare in posizione eretta ed impugnare i bastoncini.
È una pratica sicura, naturale, dinamica che allena tutto il corpo in modo simmetrico ed equilibrato: le abilità apprese, inoltre, si possono sfruttare nella vita di tutti i giorni, poiché contribuiscono a riequilibrare il modo di camminare e la postura.


Pagina precedente 1/2 Pagina successiva »

Altro in questa categoria: « Feng Shui, la strada per il benessere