Menisco, dal trauma alla terapia

Autore: Dott. Luigi Ciolli

I traumi distorsivi del ginocchio sono eventi imprevedibili ma seguendo semplici regole possiamo ridurre il rischio di lesioni al Menisco 

Il cambiamento dello stile di vita, caratterizzato da una maggiore attività sportiva, ha reso i traumi distorsivi del ginocchio sempre più diffusi e anche le sindromi da sovraccarico funzionale articolare risultano molto più frequenti.

Le cause delle lesioni

Le lesioni del Menisco primarie e capsulo-legamentose sono dovute a traumi distorsivi del ginocchio. La distorsione è quel meccanismo traumatico che comporta la perdita momentanea e reversibile dei rapporti articolari dovuta ad un movimento anomalo a carico dell’articolazione. Le lesioni del Menisco possono anche essere secondarie all’instabilità articolare, al sovraccarico funzionale su degenerazione meniscale (in genere dovuta all’età) o ad anomalie congenite; e di solito insorgono in seguito all’esecuzione di movimenti apparentemente banali.
Mentre il Menisco interno o mediale è saldamente ancorato alla capsula articolare, il menisco esterno o laterale è dotato di una maggiore mobilità; questo giustifica la maggior frequenza delle lesioni a carico del Menisco interno, mentre risultano rare le lesioni che coinvolgono entrambi i menischi.

La diagnosi

È fondamentale distinguere tra le lesioni traumatiche, tipiche dell’età giovanile, e quelle degenerative dell’adulto, queste ultime connesse al fisiologico processo di invecchiamento delle strutture fibrocartilaginee. È necessaria un’attenta anamnesi per comprendere il meccanismo traumatico e rilevare la sensazione soggettiva del Paziente. Il sintomo principale provocato dalle lesioni del menisco è il dolore, altro sintomo caratteristico è costituito dal gonfiore del ginocchio, a cui possono associarsi altre manifestazioni, come rigidità, blocco articolare, difficoltà nel flettere o nell’estendere l’articolazione, scricchiolio dell’articolazione, perdita di forza muscolare e/o ipotrofia del quadricipite. Nel caso di lesioni traumatiche il Paziente ricorda un episodio specifico, spesso distorsivo, con sensazione di dolore acuto, riferendo di aver sentito “un crack”, “un qualcosa che si è spostato all’interno del ginocchio” o che “si è bloccato il ginocchio”. All’esame obiettivo il dolore è ben delimitato; il ginocchio può essere in blocco articolare in flessione, mentre il versamento articolare, quando presente, è di modesta entità; al contrario di quanto avviene in caso di lesioni capsulo-legamentose associate. Nelle lesioni degenerative il Paziente non riferisce un vero e proprio trauma, il dolore è diffuso, mentre il blocco e il versamento articolare sono solitamente assenti.
La diagnosi corretta si basa sull’esame clinico, con l’esecuzione di test specifici e sulle indagini diagnostiche comprendenti un esame radiografico, per escludere eventuali fratture, e soprattutto la Risonanza Magnetica, che rappresenta il “gold standard diagnostico”; riservando la Tomografia Computerizzata ai Pazienti che non possono eseguire quest’ultimo esame strumentale.

Terapia e Riabilitazione

Il trattamento delle lesioni del Menisco può essere sia conservativo che chirurgico. La Terapia conservativa post-trauma distorsivo del ginocchio prevede un protocollo d’intervento che si riassume nell’acronimo inglese R.I.C.E.:

  • rest (riposo) dell’arto interessato;
  • ice (ghiaccio): crioterapia locoregionale intermittente;
  • compression (compressione) con fasciatura della parte infiammata;
  • elevation (elevazione) per favorire il ritorno venoso ed evitare la stasi.

A questo può aggiungersi la prescrizione di farmaci antinfiammatori non steroidei (o FANS), utili sia per il controllo del dolore che per ridurre l’infiammazione. La terapia conservativa può essere efficace nel risolvere il problema solo in caso di lesioni meniscali parziali o periferiche.


Pagina precedente 1/2 Pagina successiva »

Altro in questa categoria: « Prostata, quale prevenzione?