Autore: Dott.ssa Rebecca Marzocchi

Ricca di vitamine e sali minerali,  questa pianta produce un’azione  antiossidante oltre ad essere  un valido aiuto per la funzione  digestiva e intestinale   

La Bietola è una pianta erbacea che appartiene  alla famiglia delle Chenopodiaceae, la stessa  degli spinaci e della barbabietola. Si tratta di  una pianta che predilige i climi temperati ed è originaria  del vecchio continente (Spagna, Francia, Italia  e litorale Adriatico orientale) da cui poi si è diffusa in  America e Asia. Si presenta con foglie larghe, lunghe,  lucide, solitamente di colore verde, ma si trova anche  nella varietà rossa e gialla. Probabilmente, proprio dal  colore rosso della costolatura deriva il nome “Bieta”,  che nella lingua celtica significa appunto “rosso”. 

Le varietà 

Generalmente se ne distinguono due varietà principali:  una da taglio, chiamata anche erbetta, di cui  si usano le foglie che sono piccole e di color verde  brillante, e una da coste, chiamata anche costa, caratterizzata da foglie più larghe, verde scuro e da un  gambo più grosso e carnoso. 
La Bietola ha un ciclo vitale biennale o annuale e la  raccolta di quella da foglia, diversamente da quella  da costa, non prevede l’estrazione della radice dal  terreno, tanto da poter sviluppare successivamente  un nuovo apparato fogliare. 
Poiché è una pianta che si adatta facilmente alla coltivazione  in vaso e poiché non ha bisogno di cure particolari,  è possibile avviare una piccola coltivazione  “casalinga” in modo da averla sempre a disposizione  tutto l’anno. Non necessita di molta acqua e luce per  svilupparsi, tanto che è uno dei primi vegetali ad  essere coltivato nelle stazioni planetarie nello spazio! 

Ben digeribile e ricca di  vitamine e sali minerali 

È una verdura molto digeribile, con numerose proprietà  nutrizionali e benefici per la salute. Per la  sua alta tollerabilità, rappresenta una delle prime  verdure inserite nello svezzamento dei bambini ed è  assunta tranquillamente dalle donne in gravidanza,  dagli anziani ed è ottima per gli sportivi. 
La Bietola è costituita per il 90% di acqua, a cui si  aggiunge il 2,8% di zuccheri, l’1,3% di proteine e  l’1,2% di fibre, con un apporto calorico scarsissimo  (17 Kcal/100g). Molto ricca di vitamine e sali minerali  come calcio, ferro, magnesio, potassio, fosforo, folati,  vitamine C, A, E, K, e vitamine del gruppo B. Importante  anche la presenza di sostanze antiossidanti  come la luteina, la zeaxantina e il beta-carotene.

Utile per la funzione intestinale 

Grazie al basso contenuto calorico e all’alto contenuto  di fibre e acqua, così come la maggior parte delle verdure,  la Bietola è indicata nelle diete dimagranti:  idrata a fondo e apporta un senso di ripienezza gastrica  utile per tenere sotto controllo la fame. Acqua e  fibre sono anche una combinazione vincente per la  salute dell’apparato digerente, dal momento che contribuiscono  a tenere pulito l’intestino dalle scorie e a  far crescere una flora intestinale (microbiota) sana.  La conseguenza di tutto questo è un effetto positivo  sulla motilità intestinale ed il corretto funzionamento  del sistema immunitario. La presenza di fibre è  anche utile nel prolungare i tempi di assorbimento  di alcuni nutrienti, come gli zuccheri che, in questo  modo, mantenendosi su valori più bassi ma prolungati  nel tempo, riescono ad essere metabolizzati anche  in condizioni di Diabete o Insulino-resistenza, dove la secrezione di insulina è insufficiente e non riesce a  raggiungere picchi elevati. La Bietola, inoltre, stimola  la produzione di succhi gastrici che, in associazione  allo stimolo della motilità intestinale, favorisce la  digestione. Il consumo della Bietola può risultare  particolarmente interessante quando combinata con  i legumi, sia per un completamento dell’assunzione di  sostanze nutrizionali sia perché le bietole favoriscono  la digestione dei legumi e aiutano nella prevenzione  dei gas intestinali che spesso conseguono all’assunzione  di questi ultimi. 

Contrasta l’invecchiamento e... 

Molto ricca di sostanze antiossidanti e antinfiammatorie,  come vitamina E, vitamina C, beta-carotene,  zinco, luteina, zeaxantina, quercetine, flavonoidi,  clorofilla e molti altri, è molto utile per contrastare la  cibo & salute  formazione dei radicali liberi, l’invecchiamento cellulare  e tissutale e può essere anche una valida alleata  nella prevenzione tumorale. 
La Bietola rossa è quella a maggior effetto antiossidante,  grazie alla presenza di un pigmento naturale che si  chiama betalina. La betalina, insieme agli altri antiossidanti,  sembra proteggere le cellule cerebrali dalle  mutazioni genetiche e pare proteggere dal rischio di  malattie degenerative come il Morbo di Parkinson e  l’Alzheimer. 

...l’accumulo di colesterolo 

La luteina, carotenoide molto diffuso in natura e  responsabile della colorazione giallo-arancio dei vegetali,  sembrerebbe avere un ruolo protettivo contro  l’accumulo di colesterolo plasmatico e contro l’insorgenza  di Malattie degenerative maculari a carico  della retina. Anche la clorofilla, presente nelle  foglie delle bietole, ha un effetto antiossidante e,  come betalina e luteina, svolge importanti funzioni  protettive contro Malattie cronico-degenerative e  contro le Malattie neoplastiche


Pagina precedente 1/2 Pagina successiva »

Altro in questa categoria: « Limone, alleato del benessere