Autore: Dott. Giacomo Contu

Esistono svariati strumenti per l’allenamento brevettati e venduti ogni anno per soddisfare un mercato alla ricerca di nuovi e originali stimoli 

Esistono svariati strumenti per l’allenamento brevettati e venduti ogni anno per soddisfare un mercato alla ricerca compulsiva di nuovi e originali stimoli. Pochi strumenti però possono vantare milioni di estimatori in tutto il mondo, e ancor meno riescono a mantenere un’attrattiva costante negli anni; uno solo è in grado di adattarsi virtuosamente ai tanti differenti ambiti di impiego. Questo primato appartiene alla grande sfera di esercitazione motoria, meglio nota come Gymball o Swissball: una colorata e voluminosa palla in vinile riempita d’aria.

Come nasce Gymball

La nascita di questo attrezzo risale ai primi anni 60, quando Acquilino Cosani, un fabbricante di giochi per bambini, brevettò un pallone di grosso diametro in gomma, dotato di una maniglia, sul quale i bambini montavano e avanzavano a piccoli balzi, sfruttando il potenziale elastico della palla stessa. Ancora oggi disponibile sul mercato, compare nella lista dei giochi più venduti al mondo e si conferma essere il progenitore della più recente Gymball. Ciò che li distingue è la presenza della maniglia che venne eliminata per rispondere ad un utilizzo più ampio; tale modifica venne commissionata da alcuni Fisioterapisti svizzeri interessati ad un uso terapeutico del giocattolo, per questa ragione la Gymball si è diffusa inizialmente con il nome di Swissball.
Mantenendo sostanzialmente inalterate le sue caratteristiche di fabbricazione, la Gymball ha conquistato via via numerosi ambienti, partendo da quello riabilitativo per approdare a quello sportivo e del fitness. I tanti nomi con i quali si è via via diffusa rispecchiano la tendenza ad associare ad essa un ambito specifico di impiego (ad esempio, “Birth-ball” nella maternità, “Fit-ball” nelle palestre, “Swiss-ball” nel contesto riabilitativo, “Stability-ball” o “Core-ball” nei programmi di allenamento funzionale).

I principali benefici

Quali sono i reali vantaggi derivanti dall’interazione con la Gymball? La forma sferica della Gymball è di fatto il suo elemento più caratteristico, ma allo stesso tempo il più insidioso per l’incolumità dell’utilizzatore. Nell’interazione con uno strumento instabile, come la palla, la capacità di equilibrio gioca il ruolo da protagonista per ovvie ragioni. Utilizzando la Gymball in tal senso, l’equilibrio subisce continue perturbazioni e i recettori distribuiti in tutto il corpo avvertono le modificazioni del tessuto in cui si trovano ed inviano tali informazioni al sistema nervoso centrale; dopo che il cervello ha elaborato il migliore schema motorio per reagire al disequilibrio, vengono inviati ai muscoli segnali di contrazione ed inibizione, che producono il movimento compensatorio. Il risultato di tale coordinazione neuromuscolare favorisce una maggiore forza dei muscoli che si traduce in una maggiore stabilità e flessibilità delle articolazioni. L’utilizzo della Gymball può essere adattato anche ad allenamenti di resistenza o cardiovascolari e, se sapientemente adoperata, può offrire stimoli utili a migliorare il comfort posturale, rigenerare il corpo a seguito di sforzi intensi, ridurre lo stress e contrastare i danni derivanti dallo star seduti a lungo. L’uso sistematico e costante della Gymball determina un notevole miglioramento delle principali capacità motorie quali, forza, equilibrio e flessibilità; questo si traduce in un aumento della performance fisica e conseguentemente nella percezione soggettiva di benessere.

A chi è rivolta

Il carattere poliedrico della palla consente, al di là del suo specifico ambito di utilizzo, un’espressività a 360˚, tanto da costituire una risorsa capace di incontrare i bisogni del bambino come dell’anziano, dell’atleta come del sedentario, del lavoratore come dell’infortunato, in uno spettro inesauribile di soluzioni applicative. Nessun altro attrezzo, disponibile oggi sul mercato ad un prezzo alla portata di tutti, utilizzabile a casa o in palestra o all’aperto, e con così tante varianti di esercizi, può essere paragonato a questo strumento di sviluppo e prevenzione del patrimonio motorio individuale.
Mentre alcune classi di lavoratori, impegnati in routine che prevedono compiti ripetitivi, potranno ricaricare attivamente corpo e mente con l’impiego della Gymball, le persone con Lombalgia potranno, sotto stretta raccomandazione medica, includere nel quotidiano degli esercizi con la palla per ottimizzare i tempi di recupero della malattia. Negli individui che hanno ultimato il percorso riabilitativo conseguente ad un incidente traumatico, la Gymball potrà contribuire a rimettere in forma l’organismo nel suo complesso, favorendo un ritorno completo all’attività quotidiana. Le persone sedentarie potranno trovare uno stimolo nuovo per raggiungere uno stile di vita più dinamico in modo divertente, mentre, per gli individui in età pensionabile, potrà contribuire al mantenimento del benessere e dell’efficienza fisica.


Pagina precedente 1/2 Pagina successiva »

Altro in questa categoria: « Nuoto, un tuffo nella salute