Decluttering, come vivere più leggeri

Autore: Dott.ssa Valentina Guarasci

Da dove cominciare?

Le tecniche di Decluttering si basano sul principio di tenere in casa solo le cose realmente importanti, eliminando tutto ciò che di inutile è stato accumulato, come ad esempio vestiti, riviste e accessori, e che in genere viene lasciato a raccogliere polvere, invadendo il nostro spazio psico-fisico.

Per un buon inizio:

  • identificare i posti della casa in cui sono stati accumulati oggetti non utilizzati che provocano un senso di pesantezza, così da iniziare a pensare cosa può essere utile tenere e cosa no;
  • stabilire un lasso di tempo in cui fare spazio: qualora ci trovassimo in difficoltà ad iniziare, procediamo dandoci un tempo minimo, ad esempio puntando una sveglia a suonare 10 minuti dopo, perché dopo o saremo incentivati a continuare o perlomeno avremo svolto parte del lavoro;
  • andare per ordine: il Decluttering richiede tempo e calma; tutto deve essere vissuto come un momento di piacevole rinascita e per fare questo è importante procedere con ordine evitando di saltare da un posto all’altro;
  • no alle indecisioni: per ogni oggetto la scelta di tenerlo o meno non deve essere rimandata e per questo può essere utile domandarsi: “Quante volte ho utilizzato quell’oggetto negli ultimi sei mesi?
    Quali sensazioni, emozioni o ricordi suscita? Quanto sono importanti?”Solo se riusciremo ad essere onesti con noi stessi saremo in grado di compiere la scelta giusta; 
  • no ai ripensamenti: questi infatti ostacolerebbero il processo di “Space clearing”; a tal proposito è bene che non ci facciamo influenzare dal valore dell’oggetto o dal prezzo pagato in passato, se riusciamo a comprendere che la sua inutilità continua a costarci moltissimo in termini di tempo, spazio, fatica mentale e opportunità perdute, allora ci renderemo conto che il prezzo più alto che paghiamo è quello per tenerlo con noi, e improvvisamente ci apparirà chiaro che ci conviene liberarcene; e se il distacco ci mette in crisi bisogna riflettere sul fatto che il nuovo non può entrare nella nostra vita finché non liberiamo e non creiamo spazio;
  • valutare il valore affettivo: teniamo solo ciò che ci suscita allegria o comunque ricordi piacevoli; convivere con qualcosa che rimanda a situazioni tristi o dolorose influisce negativamente sul nostro modo di sentire e percepire ciò che ci circonda;
  • nessuna remora: il Decluttering va visto come un processo permanente e in quanto tale deve essere vissuto con leggerezza e piacere; una volta innescato permetterà di sentire come il disfarsi del superfluo può essere un’esperienza gratificante soprattutto se si pensa che ciò che è inutile per noi, può essere utile ad altri.

« Pagina precedente 3/3 Pagina successiva