Autore: Dott.ssa Martina Valizzone

Dal Rilassamento alla Meditazione, vediamo insieme quali sono le migliori strategie per allentare ansia e tensione

 A cura di  

Alzi la mano chi non ha mai fatto i conti con lo stress! Il lavoro che richiede sempre più impegno e qualche disavventura da fronteggiare, le esigenze del partner da soddisfare (non senza difficoltà), le spese da affrontare… Insomma, il solito trantran, eppure, a volte, la somma di tutto questo porta all’insorgere di ansia e tensione con cui fare i conti. Già, perché quando si esige troppo da se stessi, il corpo e la mente lanciano chiari segnali d’allarme che, se trascurati, possono incidere negativamente sulle normali attività quotidiane. 
in queste situazioni, è necessario correre ai ripari, ma senza allarmismi. In primis, dobbiamo considerare che ogni problema ha una soluzione (nella maggior parte dei casi). via libera all'ottimismo, all'ironia e alla forza di volontà, tre ingredienti chiave per affrontare di petto le difficoltà e superarle.
Esistono, poi, altre soluzioni per ritrovare fiducia ed equilibrio, e tornare ad essere veri e propri combattenti! Parliamo della Psicoterapia, qualora si sia particolarmente turbati e, ancora, delle tecniche di rilassamento, un vero e proprio toccasana per “sciogliere i nervi” e dire sì al relax. Vediamone insieme 6 possibile tecniche che saranno certamente utili a scacciare la tensione.

La Meditazione

Se praticata almeno 2 o 3 volte la settimana, la Meditazione vi aiuterà a controllare meglio le emozioni, soprattutto quelle negative.  In che modo? Prendiamo ad esempio la tecnica “Acceptance and Commitment Therapy”, secondo questa teoria si può imparare a guardare con distacco il proprio dolore, senza che tutto passi attraverso il filtro dell’ansia. É bene accettarlo e non scacciarlo a ogni costo. Allo stesso modo, nei momenti di difficoltà è bene rimanere focalizzati sui propri obiettivi e fare di tutto per perseguirli, anche quando si incontrano dei problemi. Vediamo insieme come iniziare a praticare la Meditazione:

  • Sedetevi con la schiena dritta (poggiata su uno schienale) e rilassatevi.
  • Chiudete gli occhi e attraversate col pensiero tutte le sezioni del vostro corpo, fino a rilassarle.
  • Rimanete in silenzio, consapevoli dello spazio intorno a voi.
  • Scegliete un mantra (come “Inspiro, Espiro”) e ripetetelo.
  • Nel caso affiori alla mente un pensiero, non contrastatelo, ma lasciate che sia presente nella vostra mente.
  • Terminate la Meditazione quando vi sentite pronti (5-10 minuti); muovete mani e piedi, aprite gli occhi e lentamente alzatevi.  

Il Rilassamento muscolare

I muscoli contratti sono il vostro problema? Provate allora il Rilassamento Muscolare Progressivo. Questa tecnica prevede in un primo momento la contrazione dei muscoli, cui seguirà una fase di rilassamento degli stessi (partendo dai piedi e proseguendo con polpacci, braccia e spalle fino ad arrivare alle mani). Questa tecnica aiuta ad acquisire maggiore consapevolezza sulle proprie percezioni corporee e a riconoscere i sintomi della tensione muscolare da stress, aiutandovi subito a rilassare i muscoli. Ricordate: tutto parte dalla mente!

Immaginate una situazione piacevole

Parliamo, con più precisione, di immaginazione guidata, ideale se unita alla tecnica di rilassamento muscolare.
Ecco un  esempio:

  • Sedetevi o sdraiatevi, in posizione comoda.
  • Chiudete gli occhi e ascoltate il vostro respiro.
  • Immaginate una situazione o un luogo che vi trasmetta pace e tranquillità.
  • Nel processo immaginativo provate a coinvolgere tutti i sensi, ricordando odori e suoni.
  • Prima di tornare alla realtà, contate sino a 5 e ripetete “quando aprirò gli occhi mi sentirò molto più sereno, pronto a godermi la giornata”

Pagina precedente 1/2 Pagina successiva »

Altro in questa categoria: « Dieta fallita? Tutta colpa della psiche